16-06-2018: Recensione su Distorsioni.net

Recensione su Distorsioni.net

Teatranti bizzarri e ripugnanti che animano piste di oscuri tendoni, l'emarginazione che nasce dall'essere 'diverso', l'orripilante destino del 'fenomeno da baraccone': è da tutto ciò che prendono ispirazione gli orditi narrativi di “Freak Parade”, full-lenght d'esordio della formazione pesarese.
Sono dieci tracce in bilico tra folk-blues (On the Dusty Road), hard-rock (Fighting All Again, Hotel Dante) e derive psichedelic-prog (Golden Bricks, Not by my Side ) ad accompagnarci dietro le quinte di un aberrante show che vede come protagonisti, tra gli altri, impietosi freak cinematografici (l'”Elephant Man” di David Lynch, Joseph Merrick) e allucinanti vicende come quella dell'uomo-tartaruga (Turtle Man).
Un incoraggiante debutto sulla lunga distanza quindi per una band non propriamente giovanissima ma che dimostra di saperci fare in termini di creatività e tecnica. L'abbinamento rock seventies e pellicola cult di matrice horror appare azzeccato; il mixture illumina la penombra del racconto circense quel tanto che basta per renderla suggestiva ed enigmatica.
Tutto ciò fino a quando un grottesco giro di valzer sancisce la chiusura del sipario.

Alessandro Freschi

FONTE: Distorsioni.net
LINK: http://www.distorsioni.net/rubriche/fermoposta/fermoposta-it/prowlers


PRESS AREA | Recensione su Distorsioni.net



torna alla sezione PRESS

BAND

Alessandro Santoriello
Guitars

Francesco Vichi
Drums

Luca Segatori
Vocals&Guitar

Sebastian Magni Markowicz
Bass Guitar

Massimo Trivento
Keyboards

Prowlers©2018 \ Band \ Audio \ Video \ News \ Gallery \ Contatti

Condividi